«Le lacrimevoli odissee di questi coniugi Gibella, ne' sette giorni che passarono sulla riviera d'Orta, sono divertentissime; magistralmente descritto anche l'ambiente. La vis comica vi abbonda, ed è di buona legaGiornale La Postilla.

Enrico Ibsen ha osservato questo terribile dramma della vita e lo ha magistralmente rappresentato in quest'ultimo suo lavoro, mostrando un'abilit

Jacopo, dunque, reca tutto alla vita attuale e, astraendo dal magnifico dramma, dalle situazioni, dalle figure che il poeta ha scolpito di forza, suggeritegli dalle tradizioni popolari e chiesastiche, e considerandole quali mezzi atti a muovere la immaginazione, ci rivela il loro intimo significato, magistralmente nascosto dal poeta sotto il colore di una visione d'oltre tomba.

Il buono c'è, lo ripeto, e mi pare di averlo anche detto in principio; ma poichè l'ottimo è sparito, era questo per l'Italia il tempo di farne lei, presentando cinque o sei quadri, largamente concepiti, magistralmente eseguiti, come sanno fare certuni.

Poi gridavano e persuadevano che fuori di questa nostra avventurata penisola la sapienza era poca, e poco il buon gusto a paragone del tanto che regnava tra noi, e che inutil cosa era il por mente alle lettere straniere. E gl'italiani, poco meno che tutti, stavano contenti al detto de' pedanti, dal quale era magistralmente lusingata l'inerzia.

Non si sarìa potuta richiamar con la voce. Dritto davanti a lei, rapida e risplendente Ella fendeva i flutti, e ognor magistralmente Alzandosi e abbassandosi nel variato suo corso, Talvolta si voltava e nuotando sul dorso Guardava il vasto cielo, e sul fianco talvolta Al lido la dolcissima faccia tenea rivolta, Giuocando e andando sempre, come fosse rapita Dai venti e poi talora in estasi infinita Parea dormisse, chiusi gli occhi azzurri e belli, Sparsi sul bianco viso i biondi suoi capelli.

È il dramma profondo e commovente di una provinciale bella ed onesta, che insensibilmente si lascia trascinare al peccato, al peccato mortale, da un giovane parigino. Il Theuriet in essa magistralmente descrive le lotte atroci e torturanti di quell’anima femminile, che vede travolgere dall’onda delle passione tutto le dighe salde ed insommergibili erette intorno alla sua virtù. Ed è un alternarsi di ebbrezze e di spasimi, di torture morali e di ribellioni, di turbamenti, di resistenze, di gelosie, di scrupoli, di rimorsi che sconvolgono con un’arcana potenza il cervello della disgraziata, precipitandola nell’abisso di una tragedia dolorosa e tremenda. Mai opera d’arte potr

V'ha in Il Romanzo della Morte degli episodi e delle scene potenti, tutte le pagine in cui or Fausto ed ora Argia si tormentano nel pensiero de la morte cercata, formano un quadro magistralmente dipinto di questa condizione psicologica, e, nel suo genere, un vero capolavoro, e che solo trova un paragone nel romanzo russo. L'analisi è profonda, sicura, spietata par fatta dal coltello anatomico d'un valente chirurgo: nessuna traccia de la personalit