Per chi dispera tutto è rovina! Cammina e spera, spera e cammina. Arunto Clea Grazie, buon vecchio. La pace è con noi. Arunto Che splendida creatura! Clea Mi sembri inquieto. Che fai? Arunto La figura di uno stranissimo mago m’è apparsa or ora. M’ha parlato di voi, ed è sparito. Clea (mal frenando la curiosit

Arunto Ma io ho promesso il regno alla mia fidanzata... È lei che deve decidere. Clea A me basta il Regno dell’Amore! Ritorni Fleno al suo trono! Fleno (con pari solennit

Siam fanciulle... sbadiglianti... d’aria e luce circonfuse.... La natura par che canti: «Disilluse, disilluse....» Ma un ricordo di note soavi d’altri tempi si va risvegliando. Se tu, Clea, quelle note cantavi, ogni illusa cantava, sperando. Nel tuo core, bellissima Clea, ravvivava quel canto la . Ti chiamavan di Zano la dea: la canzone era fatta per te.

La bionda mesta sognando sta. Clea Di nuovo qui giunge.... e torna su me. Quest’ape mi punge, mi punge.... Perchè? Fleno D’un’ape ella parla e l’ape non c’è. Ma, intanto, sognarla!... Sognarla!... Perchè? Si sveglia.... Si sveglia.... Clea Sei tu! Fleno .... Clea Che fai? Fleno Chi dorme... e chi veglia.... Clea M’hai punta?... Fleno No!... Mai! Non c’era l’ape; nemmen c’ero io.

Chi ti pungeva davver non so. .... Pungeva forse qualche desio che viene in sogno... ma in veglia no. Clea Non indagare nel sogno mio.... Chi mi pungeva davver non so. Pungeva forse qualche desio che viene in sogno... ma in veglia no. A rivederci.... Buon vecchio, addio! Le Disilluse raggiunger vo’.... Fleno A rivederci... Pensa al desio.... che punge in sogno, ma in veglia no. Clea Fleno

Potrebbero essere dei pegni d’affetto, per esempio, come quelli che si offrono... in occasione delle promesse di nozze.... Clea e le Fanciulle Nozze?!... Mai! Mai! Mai! Arunto Non vi spaventate.... Ho voluto sperimentarvi. Il mago m’ha detto... che soltanto le fanciulle irremovibili nel loro proposito sarebbero degne del suo dono.

È l’alma affranta, è vuoto il cuore, la vita è infranta, il mondo muore. Siam fanciulle... sbadiglianti... d’aria e luce circonfuse.... La natura par che canti: «Disilluse! disilluse!...» Clea Fleno La conduttrice delle Disilluse dorme il sonno della noia.... Gesticola.... Sta sognando.... Clea Ape molesta va via di qua. Fleno Dorme e par desta. Clea Ah! se ne va. Fleno

Deh! ripeti la canzone della spenta illusione. Clea Il passato evocherò! Le Fanciulle Canta, canta... Clea Canterò. «Sei nata nel giardino d’una fata «che fuga col suo fascino il dolore. «Al sol de’ suo’ begli occhi tu sei nata, «giglio gentile, giglio incantatore. «Sar

Sicchè, ora che sono sicuro delle vostre intenzioni, posso adempiere il mio compito. Clea e le Fanciulle Date... date qua... date qua... date qua.... Arunto Alla mia divina interlocutrice non glielo do, perchè a lei spero di provvedere... personalmente. Clea Arunto Le Fanciulle Arunto E ..., che cos’è scritto? Leggete! Le Fanciulle «Io vi scrivo, damigella, per offrirvi la mia mano.

Tutti Addio, romito! Addio! Clea Addio, compagne d’esilio! Le Fanciulle Addio, Clea! Arunto Addio, Fleno! Addio, fanciulle! Arunto e Clea Noi andiamo a far l’amore! Le Fanciulle Noi andiamo a far le mogli! Arunto e Clea Non è lo stesso! Fleno Io vado a non far niente! Tutti Viva il Re! Viva l’Amore! Viva il Matrimonio!